BibbiaWeb.net - di Alessandro Conti Puorger

Decriptare la Bibbia - di Alessandro Conti Puorger Autore   Contatti    Cerca      Home     
BibbiaWeb 2011  
Decriptare le lettere parlanti delle sacre scritture ebraicheDecriptazione Bibbia - Clicca qui per consultareParlano le lettere
Cerca negli articoli
Consulta le rubriche
  Lettere ebraiche
    e codice Bibbia
  Decriptazione Bibbia
  Attesa del Messia
  Vangeli
    e Protovangeli
  Ricerche di verità
  Racconti
    a sfondo biblico
  San Giuseppe

Decriptare la Bibbia
  Tutti gli articoli
  Indice
     brani decriptati
  Articoli più letti

 

VANGELI E PROTOVANGELI...

 
L'ANIMA DEL CREATO
E LA PIETRA ANGOLARE

di Alessandro Conti Puorger
 

    parti precedenti:

GUARDARE IL SOLE »
NELLE SACRE SCRITTURE EBRAICHE "DIO PADRE E FIGLIO DI DIO" »
FIGLIO DI DIO - FIGLIO DI DAVID »
SALMO 72 "IL RE PROMESSO" - SALMO MESSIANICO »
LA STELLA DEL MATTINO »
LA PIETRA ANGOLARE »
LA PIETRA SCARTATA DAI COSTRUTTORI »
SUL SALMO 118 »
ISAIA 28 - UN CAPITOLO CHE PARLA AGLI UBRIACHI »

ISAIA 28 - DECRIPTAZIONE
Isaia 28,1 - Al mondo portato è stato in azione il Cuore/l'amore. In un corpo finalmente cammina. L'Unico ha recato un segno di luce. L'Agnello dell'Unico da frutto dalla Madre è sceso. È un amo nella casa del serpente. Sceso giù, Tempio della Parola dell'Unico un corpo. Segno portato da donna al malvagio serpente alla vista. A far sviare fu la donna in vita l'angelo che ad adulterare portò; dei viventi l'esistenza fu ad opprimere.

Isaia 28,2 - Uscito inviato al mondo, racchiuso in ceppi, si porta l'Unigenito in un vivente giù dal serpente. Il Signore è così a colpire il verme a casa. In giro il fuoco al nemico rovescerà dal cuore. Dentro questi il putrefarsi che c'è nei viventi spegnerà l'esistenza dai corpi. È a liberarli. Il cuore dalla Parola è per i viventi uscito, inviata è la virtù in terra, dentro è per aiutare.

Isaia 28,3 - Dentro per spiare Ŕ dai morti col corpo alla prova inviato. Riesce in azione per la caritÓ dal corpo, completamente in cammino per l'Unico che ha portato il segno che del fuoco/risurrezione una fornace Ŕ iniziata ad esistere. Rinizi˛ il soffio nel corpo, ci rif¨ la vita.

Isaia 28,4 - Portata al mondo è la fine. Nel mondo giù è sceso per finire lo stolto. Gli scende a casa. È finalmente la Parola dell'Unico in un corpo, indica di recare la beatitudine dall'alto. Nel corpo di un primogenito alla luce in cammino è da Donna in vita inviato. È da Madre di rettitudine in una casa una fornace uscita. Dentro il Cuore nel corpo della Madre versò giù il Beato. Fu nel corpo l'Unigenito, del mondo uscì alla vista. In campo l'Unico l'ha portato alla fine. Esce dentro per il peccare sbarrare nel mondo. Dentro la rettitudine la Parola reca; è a casa del serpente per i miseri.

Isaia 28,5 - Dentro, il giorno esce di Lui. È al mondo, è in campo il Signore. Giù in una casa da primogenito si porta vestito di scarlatto (nasce sporco di sangue). La carità col corpo indica, il decoro porta. Del Potente una sentinella è col corpo ad indicare il segno che per glorificarla entrerà il Potente nella carne, per agire tra i viventi si porta.

Isaia 28,6 - Del Potente lo spirito in vita sorge. La Parola dal Cuore del Potente è stata portata, in esilio agirà, il Potente esce per liberare, il soffio della carità si porta con potenza in cammino alla prigione nel mondo dei viventi. Dono dentro è per i viventi. In battaglia esce per bruciare il nemico del mondo.

Isaia 28,7 - Porta in cammino tra i viventi Dio fuori da casa il vino. Una luce per chi cammina ha recato. Ha portato dentro l'Agnello da luce per gli sviati. E così al mondo il Figlio dentro è stato portato dalla Donna. In cammino reca dentro il fuoco della rettitudine. Col corpo inviato alla casa del serpente in azione si porta, ai viventi l'energia esce dell'esistenza dell'Essere inviata per far finire il peccare bruciandolo così dai corpi. Il fuoco per arare alla vista esce, il soffio rovescia, il giudizio è al mondo.

Isaia 28,8 - Con la rettitudine a vincere il germoglio ha inviato. Ha portato la purezza, al serpente l'Unico l'ha portato. Versato è stato l'Unigenito giù per amore dal Potente per i viventi.

Isaia 28,9 - Inizia l'integrità in un vivente ad esistere, si è portato col corpo al mondo. La conoscenza esce portata dall'Unigenito tutta per i viventi nell'esistenza. È dentro a stare da essere vivente portatosi in vista al mondo, in cammino da vivente si porta al serpente. Si è in vita racchiuso, il cuore nel tempo si è versato, è vivo alle mammelle è della Madre.

Isaia 28,10 - Un retto si è giù portato, dal serpente fiorisce e con potenza a sollevare porta la voce. Con gran forza si porta il serpente a rovesciare si porta a colpirlo con rovine sarà nei corpi bruciato nei viventi lo colpirà, in azione lancerà la risurrezione ai viventi.

Isaia 28,11 - Con la rettitudine per distruggere in cammino sta. Un fuoco dal Verbo uscirà, lo reca alla casa del serpente per bruciarlo. E bello di fattezze (intagliato), è la Parola di Dio al mondo in vista. Dalla Madre uscì questi in campo.

Isaia 28,12 - Il Beato Unigenito vive col corpo, è al mondo con la Madre, questi inizia ad indicare al mondo che vive il riposo (le dorme in braccio). (Quando è sveglio) è con lamenti ad annunziare al serpente che in azione è la Parola. E questa originerà finalmente al mondo il sollievo, lo porterà dal negativo (serpente delle origini). Il Padre l'ha portato dalla Donna che ai viventi l'ha portato in vista.

Isaia 28,13 - Ma fuori che sarà al mondo, potente uscirà per i viventi l'aiuto. Dentro le menti il Signore dal profondo fiorirà e potentemente solleverà, porterà una voce di grande forza, potenzierà la speranza, colpirà commuovendo gli animi, illuminerà i viventi. In questi ad agire sarà nelle menti del Nome il Potente Consiglio che sarà in cammino a portarli e, da vasi illuminati, potente porteranno dell'Unigenito l'annuncio che nel corpo gli si riportò l'energia che lo risorse. Da casa a saziare e ad allattare i simili si porteranno gli apostoli in cammino con la protezione che gli reca.

Isaia 28,14 - Il Potente un essere vivente da testimonio, da cibo ha portato nel mondo agli uomini. Il Potente giù reca l'energia ai viventi. Nel segreto esce. Si vede con la Madre nel mondo. Esce da Donna col corpo. In una casa povera il Potente vive.

Isaia 28,15 - Così è iniziato a vivere in un corpo puro l'Agnello. Il dono porta dell'alleanza, primo segno che dalla morte porterà con l'agire a liberare. L'Unigenito reca la potenza Potente in azione, l'energia reca in azione. Da questi uscirà il dono del cuore. La luce porta della carità. La Parola così è dall'esistenza dell'aldilà dal potente nemico in un primogenito ad abitare. Così è alla luce la vita angelica portata dal mentitore. Al rifugio si porta, e la casa dell'ingannatore per esplorare indica col corpo da inviato di recarsi.

Isaia 28,16 - Nel cammino l'energia della rettitudine uscita inizia a dar vita ad un popolo del Signore. Il Signore per il mondo invia apostoli, che sono a fondare per la discesa della Colomba, dal Padre inviata per l'Unigenito Figlio che da dentro la grazia dalla persona in croce fu a versare, un corpo puro. Si portano in torno; con l'aiuto una fondazione esce tra i viventi che crede nel Potente che l'Unigenito fu in vita a risorgere.

Isaia 28,17 - Portata a sorgere tra i morti è la vita luminosa della Parola. Il Cuore il Potente gli ha versato ed ha portato la giustizia. Esce al serpente in vita col fuoco per arrostirlo completamente. E si è in azione al mondo dentro al corpo al sangue racchiuso in pienezza esce con la rettitudine a colpire, a calpestare completamente il verme; è in vita il forte fuoco della carità, la Parola lo porta.

Isaia 28,18 - E per cancellare dentro dai corpi è la fine, così dai viventi l'Unigenito finirà la morte e nel petto porta il segno della retta vita. Inizierà gli inferi al serpente antico completamente gli sorgerà il fuoco che porterà dal cuore da sferza della Parola. Retta è l'esistenza che dell'aldilà porta al mondo. Sarà l'esistenza della purezza del Potente portata al serpente che l'amarezza dissolverà.

Isaia 28,19 - Ai viventi l'aiuto è dall'aldilà portato, è stato versato nella prigione dall'Unigenito, all'oppressione piaghe saranno, dall'intimo la guerra dentro verserà, col corpo a spazzarlo da dentro le moltitudini sarà. Nei viventi porterà alla perdizione il serpente, la perversità sarà fuori dai corpi rovesciata, il terrore uscirà da dentro sarà l'anima/lo spirito riportato in azione al mondo.

Isaia 28,20 - Così si è rovesciato al nemico nel mondo tra i viventi. Giù si vede in vita uscire una luce che finirà il male, porterà fuori dalla prova, cosi uscirà la tribolazione, la rettitudine uscirà in misura piena.

Isaia 28,21 - Così è la rettitudine generata con la Parola che col corpo scesa è tra i viventi. È sorta del Signore la rettitudine in azione alla putredine dentro in cammino per le preghiere inviata. È col corpo in cammino per colpire il serpente. Nell'agire alla luce porterà la purezza e si vedrà un fuoco uscire. Da questi dal corpo dal seno il fuoco uscirà lo porterà del serpente alla caligine, la conoscenza, dentro la legge divina porterà con energia. L'Agnello è al mondo, il Servo finalmente si porta.

Isaia 28,22 - Si porta nel tempo del mondo Dio. La fine indica, per il serpente si porta giù. Giù si porta di persona, si è chiuso nei ceppi, a vivere si porta dal ribelle. È così per la Madre la rettitudine è tutta al mondo portata, l'anelito giù esce, sortole dal seno prescelto è in vita venuto, dalla nube inviato è il Signore sceso da casa per bruciare con l'agire il serpente e della sposa iniziare il corpo a far crescere/salire.

Isaia 28,23 - Al mondo dall'Unico questi è inviato per portare la luce ai viventi. Per il peccare rovesciare si porta dal serpente. Sarà nel mondo a verssre il fuoco. È in casa che lo reca. E brucerà nei viventi il peccare d'origine. L'essere ribello a finire sarà.

Isaia 28,24 - Al mondo alla sposa è stata portata la vita, le si è chiuso nel corpo, alla luce esce, racchiude nel corpo il fuoco del Potente per colpire il male. Si è per liberare portato l'esistenza dal demonio. L'aiuto ad Adamo completo si porta.

Isaia 28,25 - Al mondo al serpente ha portato l'Unigenito. L'Unico, per liberare l'ha portato al mondo in una persona. il Signore, la Parola è scesa; alla fine racchiusa porta così in vita l'energia. A pellegrinare si versa porterà la letizia nei cuori ad entrare. La roccia si apre, porta il fuoco al nemico. Al mondo inviata in pienezza la manna e dal trono tra i viventi cammina. Alla casa del serpente indica di portarsi.

Isaia 28,26 - E riè la pienezza in un corpo portata. Dal serpente a liberare la Parola i cuori dalla maledizione si è portata. Una pioggia d'energia reca (è un diluvio).

Isaia 28,27 - Così si è al serpente delle origini l'eletto portato giù, si è portato per aiutare; l'abominevole chiuderò l'Unigenito. Si porta di persona nello sterco del mondo in azione in cammino. Così in vita l'energia è stata portata in pienezza. Dentro la rettitudine è dentro un vivente con l'amore entrato, stanno nel grembo nel cuore versati. Giù alle strette si porta, anela di inviargli a casa il fuoco da dentro il cuore.

Isaia 28,28 - Per il serpente stringere in vita si è portato alla polvere. Così si è dal serpente maledetto, dall'eternità, dalla nuvola portato. Sorto è per calpestarlo. Ad abitare si portò al mondo dei viventi dalla Madre. Si rivela per la lite, in esilio si porta. E con la Parola in un corpo il fuoco (che poi sarà la risurrezione) si è recato. Il Potente la calamità gli versa ove abita.

Isaia 28,29 - In cammino vive questi. Dall'Unico con pura azione dalla Madre il Signore scese. Dentro iniziò a portare segni; spuntò al mondo, uscì meraviglioso. In azione giù in campo esce la mano forte del potente per la salvezza.

a.contipuorger@gmail.com


vai alla visualizzazione stampabile di tutto l'articolo

  invia questa notizia ad un amico


									
Copyright © 2011 BibbiaWeb - Tutti i diritti riservati. Riproduzione vietata.
[Bibbia home][inizio articolo]  Tutti gli articoli di
  VANGELI E PROTOVANGELI...
[Bibbia home][inizio articolo]
 
DECRIPTARE LA BIBBIA - Le lettere del RE
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera jod
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera kàf
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera lamed
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera mèm

DECRIPTARE LA BIBBIA - Ala a destra del RE
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera nùn
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera samek
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera 'ajin
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera pè

DECRIPTARE LA BIBBIA - Ala a destra estrema
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera sade
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera qòf
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera resh
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera s'in e shýn

DECRIPTARE LA BIBBIA - Ala a sinistra del RE
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera wàw
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera zàjin
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera hèt
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera tèt

DECRIPTARE LA BIBBIA - Ala a sinistra estrema
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera bèt
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera ghimel
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera dalet
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera hè

DECRIPTARE LA BIBBIA - Il primo e l'ultimo
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera 'alef
DECRIPTARE LA BIBBIA - La lettera taw


Bibbia Home | Autore | Perché Bibbiaweb? | Contatti | Cerca | Links
info@bibbiaweb.net  
Per i contenuti tutti i diritti sono riservati ad Alessandro Conti Puorger
BibbiaWeb

Alessandro Conti Puorger Alessandro Conti Puorger
Via Eleonora d'Arborea 30 - Roma - Italy

Realizzazione EdicolaWeb Edicolaweb.net
Via S. Maria a Cintoia 14/b - Firenze, Italy